Recensione apparsa su

Schermata 2017-01-16 alle 18.33.23.png

pubblicata il 15 gennaio 2017

Recensione "Il Barone dell'Alba" di Stefano Valente, Graphofeel edizioni, recensione di Daniela Dominici 

“…la sua narrazione gioca a incrociare i più diversi generi letterari con una scrittura colta, attenta ai vari livelli di linguaggio. Per lui scrivere è la fatica di addomesticare un animale indomabile: la meraviglia”: mi pare che queste parole, tratte dalla sua biografia, colgano uno degli aspetti più eclatanti e affascinanti, per la sottoscritta, di questo libro di Stefano Valente che, leggo, è un glottologo, lusitanista e studioso delle lingue e letterature ibero-romanze.
È sì un romanzo storico che si svolge alla fine del ‘700 ma è soprattutto un incredibile, appassionante, doloroso viaggio interiore del protagonista, il giovane barone borbonico Francesco Antonio, il cui grand tour, programmato dal padre, “si trasforma in una rocambolesca sequenza di avventure cui fanno da sfondo l’Italia e il Mediterraneo, la Sicilia e Malta fino all’Egitto…”, come si legge in quarta di copertina, che lo arricchiranno, lo sconvolgeranno e lo cambieranno a tal punto che… non vi dico altro perché vi toglierei la suspense dello lo straordinario pathos che Valente è riuscito   a creare e a mantenere ininterrottamente per le oltre 300 pagine di questa sua
opera.


< ... > 

Leggi tutto l'articolo

Scarica la recensione in formato pdf  

Recensione apparsa su

 

Unknown.jpeg

 

pubblicata il 13 gennaio 2017

Bonelli Repubblica.jpg 

                                                                                                                                                       

Recensione di Marco Nicolosi apparsa su

Schermata 2017-01-25 alle 10.18.50.png

 

pubblicata il 26 dicembre 2016

 Recensione: "Ricettario Patafisico" di Laura Bonelli

Avete presente i pasti di Natale (difficile non averlo presente in questi giorni)? Questo libro è l’opposto, o almeno lo è la concezione della cucina sulla quale è fondato, ma non meno gustoso. 

Si basa infatti su una visione più pratica ed esplorativa della cucina e dei suoi ingredienti rispetto invece alla tradizione e alla grande cura per la presentazione che ritroviamo nelle nostre tavole in questi giorni. Si bada più alla sostanza e alla ricerca di nuovi accostamenti di sapori, nella patafisica, dando spazio anche alla cucina vegetariana e vegana. 

Il libro si apre con la storia dell’incontro di una ragazza, Amantiglio, con una “cooperativa” di bizzarri personaggi (simili – non a caso – a quelli di Alice nel Paese delle meraviglie), che producono piatti stravaganti di ogni tipo e necessitano di un assaggiatore tuttofare che sostituisca temporaneamente la persona che solitamente ricopre il ruolo. 

 < ... >

                                                                                                                                                              Leggi tutto l'articolo

Scarica la recensione in formato pdf  

Graphofeed

Per raggiungerci

HomeTrailer

Il Barone dell'Alba

Le Chajim - Alla vita

Social Mum

Vai all'inizio della pagina